16/02/2018

Keep Calm and Open Europe

Iniziativa inserita nell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018

Keep Calm and Open Europe

FUTURO DIGITALE è stato autorizzato dal Comune di Cori (LT) a svolgere le iniziative per la Promozione delle Politiche Europee, della Cittadinanza e dell’Integrazione Europea previste dal Progetto “Keep Calm and Open Europe” finanziato dalla Regione Lazio, che sarà attuato anche con la collaborazione dei team progettuali ASOC 2017-2018 delle classi del Liceo Scientifico I.O. Giulio Cesare Di Sabaudia, dell’ITT Informatica Carlo e Nello Rosselli di Aprilia, e del Liceo Scientifico Giovan Battista Scorza di Cosenza ed in Rete con i Centri di Informazione Europe Direct.

Luogo di svolgimento: Comune Cori  (LT)

Data di avvio e di conclusione dell’iniziativa

  • Data di avvio: 19 febbraio 2018
  • Data di conclusione: 15 aprile 2018

Che cos’è il Progetto “Keep Calm and Open Europe” 

E’ un progetto innovativo per promuovere tra i giovani e i giovanissimi la consapevolezza della cittadinanza dell’Unione e i valori ad essa connessi, la conoscenza delle politiche europee e delle opportunità offerte dall’UE in materia di studio, formazione, mobilità internazionale ed europea sperimentando un approccio ludico partecipativo che usi strumenti di coding (robot) e di comunicazione social (podcast) nelle scuole, in linea con il “Progetto Futuro” e il “Piano Nazionale Scuola Digitale” del MIUR, ideato e redatto dall’ associazione Futuro Digitale per il Comune di Cori e a codesta affidato (art.11, comma 2, lettera a) del Regolamento).

Allo stesso tempo “Keep Calm and Open Europe” vuole diffondere tra una più ampia platea di destinatari la conoscenza delle piattaforme web, “lazioeuropa”, “opencoesione”, “monithon”, “europa per i cittadini” “ascuoladiopencoesione”,  che  favoriscono la partecipazione civica della cittadinanza, e la trasparenza delle istituzioni europee, e vuole dare strumenti e metodi operativi, come il monitoraggio civico e la progettazione europea base, per influire sui decisori istituzionali. 

Cosa prevede il Progetto “Keep Calm and Open Europe” 

Il Progetto è articolato con 6 iniziative: 

  • 4 mattinate nell’Istituto Comprensivo Cesare Chiominto, che comprende le scuole di Giulianello e di Rocca Massima,  (popolazione scolastica superiore alle 1000 unità, con il  10% di alunni provenienti da 14 etnie diverse) durante le quali sono previste attività di animazione mediante giochi di ruolo, uso di video, di robot e nuove tecnologie, per capire in maniera interattiva l’Europa, le sue radici, il suo futuro, le mattinate sono così suddivise:
  • una mattinata per le classi di scuola primaria di secondo grado AMBROGIO MASSARI a Cori;
  • una mattinata per le classi di scuola primaria di secondo grado nella frazione di Giulianello;
  • una mattinata  per le classi di scuola primaria VIRGILIO LAURIENTI di Cori;
  • una mattinata per le classi di scuola primaria DON S. RADICCHI della frazione di Giulianello; 
  • 2 giornate di animazione aperte a tutti, una a Cori e l’altra nella frazione di Giulianello, con inviti specifici a studenti delle scuole superiori, universitari, giovani c.d. neet, imprese, centri anziani. Per la Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo Cesare Chiominto.

Si costruiranno appositamente due format di didattica innovativa ed educazione non formale, basati sullo sviluppo digitale, sul pensiero computazionale, sulle nuove competenze di cittadinanza  europea e globale, sulla conoscenza delle opportunità della cultura e delle istituzioni europee, in una dimensione di #WarmCoding (Dott. Daniela Lucangeli e Dott. Alessandro Bogliolo). 

In particolare sarà elaborato un format per giochi a squadre, con robot, mappe dell’Europa, scacchiere,  tesserine con Qrcode, immagini, simboli, suoni, bandierine, che permettano la scoperta  del patrimonio culturale, delle opportunità e delle istituzioni europee, con metodologie educative non formali che facilitino l’apprendimento e lo sviluppo del pensiero computazionale, del pensiero critico e del lavoro di gruppo.

Preventivamente sarà anche prodotto, in collaborazione con le associazioni del territorio, il video L’Europa è contagiosa, perché non puoi smettere con le testimonianze  dei giovani stagisti Erasmus che sono stati ospiti a Cori e i giovani cittadini che hanno partecipato agli scambi internazionali di Progetti Erasmus,  raccogliendo in pochi minuti, “elevator pitch”, il racconto delle loro esperienze, (il video verrà diffuso sui canali social, dagli schermi informativi delle farmacie del territorio comunale, ed in tutte le iniziative sia nelle scuole che negli incontri pubblici, con lo scopo di pubblicizzare  soprattutto le due giornate di animazione sull’Europa, aperte alla partecipazione di tutti). 

Il video sarà occasione per illustrare la tecnica dello storytelling  nelle classi della Scuola primaria di secondo grado, in funzione della co-costruzione con gli alunni di un format per un podcast su Spreaker (breve registrazione radiofonica periodica caricata su internet su una piattaforma apposita) che venga alimentato dalle loro domande sull’Europa e dalle proposte di opportunità europee per i giovani, i cittadini, le imprese. Inoltre gli studenti della scuola primaria di secondo grado avranno anche un momento di confronto con una delegazione di rappresentanti di Ong Europee impegnate nel campo dell’educazione, presenti a fine febbraio a Cori per il progetto Erasmus “Digitraij”, di cui Futuro Digitale  è partner progettuale.

Il podcast L’Europa in tasca rimarrà attivo con cadenza quindicinale anche successivamente agli incontri nelle scuole e sarà dimensionato alle domande degli studenti e della cittadinanza; le puntate del podcast saranno comunicate via cellulare attraverso un apposito Canale Telegram (app di messaggistica veloce e sicura, che si può usare contemporaneamente da telefono, tablet, pc) mentre le domande verranno registrate in modalità vocale in un Gruppo Telegram; sarà garantita un’attività continua di animazione e supporto del podcast “L’Europa in tasca” tramite l’InformaGiovani e l’utilizzo della strumentazione e del know how dell’Officina dell’Arte, del Comune di Cori, una volta cessate le iniziative legate al progetto, con l’obiettivo di costruire una comunità di apprendimento permanente sui temi della cittadinanza europea.

Le due giornate di animazione sull’Europa, una a Cori e l’altra a Giulianello, in spazi  sociali polifunzionali, prevedono:

  • incontri pubblici che verteranno su programmi di mobilità europea diretti alle associazioni, ai giovani, alle famiglie, alle imprese, agli amministratori anche dei Comuni limitrofi della provincia di Roma e di Latina;
  • uno spazio coderdojo (dove bambini e ragazzi imparano a programmare in modo divertente e gratuito), con i giochi sperimentati nelle scuole (saranno invitate le comunità di attivisti volontari coderdojo, quali facilitatori) ed uno spazio raccolta domande per il podcast “L’Europa in tasca”; 
  • la presentazione del progetto di monitoraggio civico sulla digitalizzazione del cinema-teatro di Isola del Liri (FR), premiato nella top ten di A Scuola di Open Coesione 2015-2016,  con la presenza della Prof. Angela Bianchi e degli studenti del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci di Sora (FR), saranno invitati gli studenti provenienti dagli Istituti Superiori della provincia di Latina, in particolare gli istituti coinvolti in  A Scuola di Open Coesione 2017-2018, per uno scambio di esperienze,  un invito specifico sarà rivolto anche  per i Centri per l’Istruzione per gli Adulti;
  • la presentazione delle piattaforme web “lazioeuropa”,“opencoesione”, “monithon”, “europa per i cittadini”, “ascuoladiopencoesione”, quali strumenti per una cittadinanza europea attiva e consapevole.

Il materiale per i format verrà realizzato avvalendosi preferibilmente del FABLAB LATINA e delle consulenze di PORTA FUTURO, e sarà prototipato come opera culturale libera e rilasciato con licenza CC-BY-SA Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0, inoltre, i minori seguiti dai servizi sociali e i minori rifugiati non accompagnati residenti nel territorio del Comune di Cori saranno coinvolti, insieme ai loro educatori, nelle attività di implementazione del materiale e nelle pre-simulazioni dei format.

 

Pubblicazioni